Quanto si guadagna nel trading online: i PIPs

Quanto si guadagna nel trading online: i PIPs

Un PIP è un’unità di misura, la cui entità dipende dalla quotazione di apertura di un qualsiasi asset. Si tratta di un acronimo che significa Price Interst Point, ossia punto di intersezione dei prezzi; in pratica è l’unità di misura minima di un qualsiasi mercato, sia nel Forex che in altri ambiti.

Come si calcola un PIP

Visto che il PIP è un’unità di misura che dipende dalla quotazione di un asset, non ha un valore univoco, ma si differenzia per ogni asset che si considera. In particolare consiste le movimento minimo che può avere una quotazione, al rialzo o al ribasso.

Nel Forex il valore di un PIP è particolarmente interessante, soprattutto perché in questo tipo di mercato gli acquisti non si fanno sul singolo asset, ma su pacchetti il cui valore è espresso in dollari, chiamati lotti. Il valore di un lotto standard è di 100.000 dollari, ma si possono fare speculazioni anche su mini lotti o micro lotti, con valori di 1.000 o 10.000 dollari.

Quando si effettuano speculazioni nel forex i guadagni e le perdite sono calcolati secondo i PIPs di aumento o di diminuzione del valore della quotazione del cambio. Per questo motivo è importante conoscere il valore di un singolo PIP, che cambia ogni giorno e a seconda della coppia di valute su cui si sta speculando.

Quanto vale un PIP

Visto che i PIP sono unità di misure valide per ogni singola coppia di valute, per conoscerne il valore si deve valutare la singola posizione. Ad esempio, se si investe sul cambio tra euro e dollaro e la quotazione iniziale è 1.103185 la minore fluttuazione possibile è di più o meno 0,000001.

Questa escursione è un PIP, se la quotazione dell’euro sul dollaro passa da 1.103185 a 1.103190 si dice che ha avuto una variazione di 5 PIPS. In linea generale la quotazione del cambio tra due valute è sempre espressa in numeri con varie cifre decimali, per questo i PIP hanno un valore intrinseco decisamente molto basso. Visto che le fluttuazioni dei cambi tra due valute sono così piccole, per guadagnare nel forex è necessario investire in lotti sufficientemente ampi.

Per questo motivo molto spesso chi fa trading nel forex tende a prediligere i broker che consentono di utilizzare una leva decisamente ampia. Altrimenti si rischia di ottenere guadagni veramente esigui, per i quali si deve comunque svolgere una prolungata analisi tecnica e si devono rischiare cifre cospicue di denaro.

Il guadagno del broker

Quando si considerano i guadagni di una speculazione è fondamentale considerare anche quanto si deve pagare al broker che funge da intermediario a nostro nome. In particolare è bene ricordare che il broker guadagna sempre, ad ogni nostra attività, indipendentemente dal fatto che si ottenga un guadagno o una perdita.

Nel forex la cifra prelevata dal broker si esprime in PIPs. Quindi più il valore del PIP è alto e maggiormente costoso sarà effettuare una speculazione, indipendentemente dalle possibilità di guadagnare o di perdere che ci offre.

Share This Post

Post Comment